​Tesla, crollo a Wall Street: -16% ed esclusione S&P 500. E General Motors compra 11% di Nikola, produttore camion elettrici

Tesla, crollo a Wall Street: -16% ed esclusione S&P 500. E General Motors compra 11% di Nikola, produttore camion elettrici

  • condividi l'articolo

 NEW YORK - Tesla affonda a Wall Street. I titoli del colosso delle auto elettriche perdono il 16% all’avvio degli scambi. A pesare è l’esclusione dallo S&P 500 e l’acquisizione da parte di General Motors di una quota dell’11% in Nikola, il produttore di camion elettrici. Non si arresta dunque il calo di Tesla sul Nasdaq, dopo i massimi toccati in seguito allo split azionario 5x1; oggi, il titolo della società di auto elettriche perde il 17,6% dopo i primi minuti di scambi; venerdì, aveva chiuso in ribasso del 16,1% rispetto ai massimi del 31 agosto. A pesare è la decisione a sorpresa della Borsa americana di non inserire Tesla nel proprio indice S&P 500, come invece largamente atteso dal mercato, visto che la società di Elon Musk ha recentemente registrato il quarto trimestre consecutivo in profitto. Inoltre, c’è da registrare l’alleanza tra Nikola (+20,5%) e General Motors (+4,47%) sulle vetture elettriche. Dall’inizio dell’anno, il titolo Tesla guadagna quasi il 400%.

  • condividi l'articolo
Martedì 8 Settembre 2020 - Ultimo aggiornamento: 11-09-2020 12:21 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti